Attualità

Zurigo
03.11.2021

Conferenza della Consigliera ticinese agli Stati Marina Carobbio Guscetti

“Le donne e la politica”: un tema di grande attualità quello su cui ha riferito mercoledì 3 novembre al Poli di Zurigo la Consigliera agli Stati ticinese Marina Carobbio. Due soli esempi di questa problematica: nel Consiglio degli Stati le donne rappresentano solo il 23 %, mentre in 7 governi cantonali (fra cui Ticino e Grigioni) le donne non sono nemmeno rappresentate.  

Intervistata dalla giornalista RSI Lidia De Bernardi, la dottoressa Carobbio ha illustrato le difficoltà che ancora oggi impediscono alle donne di far carriera politica: in primo luogo il problema di conciliare famiglia, lavoro e politica a causa soprattutto della carenza di strutture d’accoglienza come asili-nido o mense scolastiche. “Senza l’aiuto pratico dei nonni con i miei bambini, ha ammesso Carobbio, non avrei potuto fare carriera politica”. Incide anche la minor “visibilità” delle donne nei media e sui social oltre ad una certa mancanza di fiducia delle donne in sé stesse.

Che fare allora? Per la Consigliera agli Stati ticinese, le quote possono essere una panacea temporanea, ma anche liste elettorali prioritarie e programmi di mentoring che guidino e sostengano le donne interessate ad impegnarsi politicamente.

Organizzata dalle tre società studentesche ticinesi a Zurigo e dalla nostra sezione, la conferenza ha attirato una settantina di persone, fra cui numerose giovani studentesse ticinesi. Il che, per l’avvenire, lascia ben sperare!